ARCHIVIO
laCavese.it - UnOfficial Blog sulla SS Cavese 1919  /_\ logo
la Cavese
l'albero

Cavese 2 – Frattese 0

pubblicato da il domenica, 8th maggio 2016 Cavese 2 – Frattese 0 thumbnail

La Cavese torna al successo interno dopo due mesi grazie alle reti di Varriale ed Ausiello nella ripresa e si prepara ad affrontare Domenica prossima 15 Maggio al “Lamberti” alle 16:00, l’ASD REGGIO CALABRIA per le semifinale Play-Off del girone I (l’altra semifinale è Frattese-Vibonese). Ricordiamo che il regolamento non prevede calci di rigore; al termine dei tempi supplementari in caso di parità, accede alla finale ( in programma Domenica 22 Maggio sempre alle ore 16:00) la migliore squadra piazzatasi nella regular season.

Il Tabellino di Cavese – Frattese

MARCATORI: 1’st Varriale (C), 25′ st Ausiello (C)

CAVESE: Conti, Donnarumma A. ( dal 26′ st’ Padovano ), Donnarumma D., Gatto, Galullo, Sicignano, Cicerelli ( dal 22′ st Petti ), Proia , Varriale, Giannattasio ( dall’8′ pt Ausiello ), Criniti. A disposizione: Cirillo, Maraucci, Sabatucci, Di Deo, Leone, Mansi. All. Emilio Longo

FRATTESE: Rinaldi, Capaldo ( dal 28′ st Calamaio ), Della Monica, Costanzo ( dal 14′ st Aliperta ), Tommasini, Varchetta, Ammaturo, Liccardo, Longo, Marotta ( dal 31′ st Di Nardo ), Celiento. A disposizione: Magliacano, Barbato, Acampora, Maggio, Selva, Vacca. All. Stefano Liquidato

ARBITRO: sig. Mario Vigile di Cosenza. 1° assistente sig. Giulio Basile di Cieti; 2° assistente sig. Andrea Micaroni di Pescara.

NOTE: giornata di sole; terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 500 circa (trasferta vietata ai tifosi ospiti). Ammoniti: Liccardo (F) [37′ pt]; Ammaturo (F) [44′ pt]; Gatto (C) [4′ st]; Donnarumma A. (C) [20′ st]. Angoli 13-3 per la Cavese. Rec. 1′ pt – 3′ st.

Cronaca live

Al 17′ primo tiro di Celiento; centrale e facile preda di Conti.

Al 27′ soluzione personale di Galullo con tiro centrale

Al 32′ Proia sotto rete spara alto anzichè appoggiare comodamente in rete di piatto

Al 39′ provvidenziale uscita di Rinaldi di piede ai limiti dell’area nel fermare Varriale

Al 43′ Cicerelli taglia in piena area per Varriale che solo davanti al portiere liscia clamorosamente

Con un minuto di recupero termina il primo tempo.

Con il vantaggio della Vigor Lamezia sulla Vibonese, il play-off di Domenica prossima sarebbe Cavese-Reggio Calabria (Domenica prossima ci sono già le semifinali con inizio alle ore 16:00, mentre la finale si disputerà il giorno 22 Maggio alle 16:00)

Al 1′ Varriale porta in vantaggio la Cavese: taglio di Cicerelli per Varriale sul filo dell’off-side e diagonale vincente.

Al 51′ Celiento di testa sfiora il pari su assist di Ammaturo; lo stesso ci prova due minuti dopo con un tiro a giro con la sfera termina di poco a lato.

Al 62′ Ausiello va vicino al raddoppio sfiorando il palo.

Al 70′ Ausiello segna la prima rete stagionale; assolo dalla sinistra di Donnarumma Daniele che serve al centro per Ausiello che si aggiusta la sfera e la spedisce nell’incrocio.

Dopo 3′ di recupero termina l’incontro

Ci attende un play-off di fuoco Domenica: CAVESE-REGGIO CALABRIA

Francesco De Pisapia; laCavese.it

© RIPRODUZIONE VIETATA

 

COMMENTI

laCavese.it declina ogni responsabilità per il contenuto dei commenti. Potrebbe capitare che i commenti non siano immediatamente pubblicati, ti preghiamo di pazientare, saranno online non appena possibile.

  1. avatar raff60 scrive:

    La contestazione fatta in quel modo dalla curva è vergognosa e ingiustificabile…Esistono tanti modi civili per manifestare il proprio disappunto ma quello è il modo per far morire il calcio nella valle metelliana definitivamente. Questo sfogo lo trovo assolutamente fuori luogo….fumogeni e bombe carta manifestano una sola cosa….”il calcio a Cava deve finire perché siamo ostaggio di un manipolo di delinquenti che vogliono solo distruggere”…Nessuno in passato, pur con i suoi erreri, è stato più serio di Campitiello e se deciderà di lasciare non sarà certo da biasimare….

  2. avatar Luky77 scrive:

    Purtroppo non posso che essere d`accordo con Raf….a Cava, per colpa di una parte della tifoseria che in nome di una mentalità che solo loro conoscono, il calcio che conta non lo vedremo tanto facilmente.Abbiamo trascorso gli ultimi anni a rincorrere presidenti che ci avevano promesso chissà cosa a che invece ci hanno abbandonati
    senza nemmeno portare a termine il campionato e gli impegni presi, facendoci diventare gli zimbelli della campania calcistica ed infangando il nome della Cavese.Oggi che abbiamo una società solida che avrà commesso degli errori, ma che ci ha pur sempre salvato da un essesimo fallimento, facendoci nel bene o nel male disputare i play off con una pur minima possibilità di ritornare in lega pro…..si fanno contestazioni incivili e che non fanno altro che PENALIZZARE LA SS CAVESE CALCIO.Non ci sono parole e mentre sto scrivendo queste parole il mal di stomaco è superiore a quello che mi è venuto nell`assistere a qualche partita di quest`anno.Poi qualcuno si chiede pure come mai in qualche realtà a pochi km da noi fanno la lega pro da DODICI ANNI……..di cosa vogliamo parlare……!

  3. avatar giugian scrive:

    >”nessuno in passato è stato piu serio di Campitiiello ??????? MA come fai a dire queste stupidaggini ( senza offesa) e dove sta la serietà? quella di aver costruito una squadra senza nessuna speranza di vincerlo questo campionato con under scarsi eed ex calciatori come Criniti, Improta ecc, quella della presunzione di chi ha i soldi ma è assolutamente incompetente di calcio e si atteggia a presidente manager ? a mio parere le contestazioni sono state anche moderate per lo schifo a cui abbiamo assistitito contro Rende e Marsala ( il Marsala va ai play out con noi sembrava il Real Madrid) ma per favore poi ognuno chiaramente e libero di pensarla come vuole ci mancherebbe

  4. avatar michele m scrive:

    Il vero problema di Cava e della Cavese non sono gli ultras, non sono le bombe carta, non sono le diffide… è semplicemente l’ignoranza o forse peggio, la stupidità. Una stupidità genetica e quindi purtroppo inalterabile, che si manifesta soprattutto in certi gesti, ma anche in certi commenti, sempre e comunque autolesionisti. Naturalmente la proprietà di ogni squadra di calcio sa benissimo che si deve convivere con questo cancro, ma per chi vive fuori, vedere come si è ridotta la propria città è avvilente.

  5. avatar roberto scrive:

    sta succedendo esattamente quello che desiderava Campitiello lo a cerato ed ottenuto pure a Taranto lui accende l’ira dei tifosi a certi livelli per dire vedete così non si puo andare avanti mollo vado via lo sempre detto dall’inizio del campionato lo volete capire che Campitiello e solo uno che prende il prodotto in offerta gratis e poi lo vende e guadagnia come a fatto a Taranto per lui Taranto Cavese e la prossima che si prenderà sono solo prodotti punto basta vedere qualche sua intervista quando era a Taranto si lamentava perché col Pomigliano secondo posto conquistato matematicamente a 2 giornate dal termine campionato cerano 4000 paganti lui disse io o preso un prodotto che potenzialmente mi potrebbe fruttare 10 mila paganti e ce ne so solo 4000 non mi conviene fare la C andate andate a vedere le interviste dell’epoca

  6. avatar robi scrive:

    Aspetto sempre la notizia del pulmann di ritorno da una trasferta.

  7. avatar farfariello scrive:

    X Roberto,
    Metti alcune hhhh alla fine Dei tuoi post….poi ognuno le mette dove vuole!

  8. avatar Luky77 scrive:

    Roberto permettimi ma non sono d`accordo.Non so se il presidente ha rilevato la Cavese a gratis ma, quel che è certo, è che ha cacciato migliaia di euro per risanare vecchie pendenze e vertenze varie……senza contare le migliaia di euro pagate o da pagare grazie ad una parte di cosiddetti tifosi.Quindi facendo due conti, a quanto dovrà venderla per guadarci come tu affermi?
    L`ira dei “tifosi” non giustifica assolutamente il loro comportamento che non fa altro ,e lo ripeto, che danneggiare la nostra CAVESE in primis e poi la società. Lasciamo lavorare in pace la società e lo staff ed alla fine si tireranno le somme dall` una e dall` altra parte…..e limitiamoci a fare i tifosi (civili ovviamente).
    Anche perché se un domani il presidente volesse mollare ( mi auguro di no) voglio vedere chi rileva la società visto il curriculum degli ultimi anni (campo chiuso,bombe carte etcc) che ci ritroviamo.

  9. avatar cavacos scrive:

    Mi ero ripromesso di ricaricarmi per la prossima annata ma con questi presupposti devo iniziare a fare una cura preventiva per il fegato.
    Andiamo ai fatti… quindi un imprenditore prende una squadra in estate con una situazione economica imbarazzante.
    Nel corso della stagione paga chiunque per mettere a posto i conti ed evitare punti di penalizzazione ad una squadra che sta lottando per vincere il campionato.
    Eh si! Fino a 5 domeniche fa (non alla terza di campionato ma a 5 dalla fine eravamo PRIMI!) solo noi potevamo perdere questo campionato e purtroppo così è stato! Voglio sperare che Sarnese, Roccella, Rende e Marsala siano da addebitare ai calciatori perchè poi gli stessi negli ultimi incontri hanno ripreso a fare quello che hanno fatto per un anno intero.
    Vincere giocando male, fare punti senza dominare gli avversari ma senza mai rischiare più tanto. Come si fa a dire che il presidente questo campionato non voleva vincerlo? Possiamo avere un parere personale sul fatto che ha operato bene o male ma senza andare oltre.
    Personalmente credo che sia stata un’annata curiosa… I migliori dello scorso anno riconfermati che hanno offerto prestazioni rispetto all’anno prima nettamente al di sotto delle aspettative (Ausiello , De Rosa). Pronti via e se ne va in lega pro Esposito che doveva essere il pilastro della difesa.
    Dopo avere favorevolmente impressionato out D’Anna e Giannattasio per mezzo campionato. Se a questi nomi aggiungiamo Sicignano, Maraucci, Conti, Criniti, Proia, Varriale, Gatto, Di Deo, Tedesco, Donnarumma non credo che non si volesse vincere di proposito. Gli under purtroppo sono una lotteria e a noi è andata male quest’anno.
    Quindi a mio avviso possiamo parlare di sbagli ma non certo intenzionali, e continuando a parlare di sbagli credo che seguire gli umori della piazza per mandare via Longo e prendere Papagni sia stato un errore ma qui siamo nel campo delle ipotesi e non potremmo mai scoprirlo veramente.
    Rapporto con i tifosi… personalmente non vedo come si possa avere un rapporto con una componente importante di una stagione calcistica quando questa pretende di dettare legge su alcuni aspetti. Se non li accontenti o assecondi in qualcosa giù di multe e squalifiche del campo danneggiando così la parte economica. Allora io credo che il presidente deve fare il presidente e deve criticare l’ambiente se questo non risponde agli sforzi economici sostenuti dalla società e che i tifosi devono fare i tifosi criticando il presidente se non è contento del suo operato o dei risultati sul campo. Si critica con appeli, con fischi a fine partita ma non con gli insulti o le bombe carta! Secondo me il presidente ha fatto il presidente i tifosi no!
    Per i play off onestamente non ci credo molto nel senso che lo sforzo economico che chiede la Lega pro è veramente allucinante ma questo farà una scrematura importante. Quindi li vinci o li perdi saranno poche a mio avviso le società che potranno permettersi un ripescaggio! E chi potrà permetterselo sarà ripescato quasi al 100%. In ultimo dico che se il presidente vuole continuare bene x noi perchè ha le possibilità economiche per provare a fare qualcosa di importante se vorrà lasciare amen e continuerò a fare la mia cura (a questo punto non più preventiva ma curativa) per il fegato!

  10. avatar giugian scrive:

    concordo con Roberto è la pura verità e dico a Michele M addirittura questi ragazzi che fanno migliaia di chilometri per spettacoli assurdi tipo Marsala e Vibo Valentia sono un cancro!!!!!! per aver lanciato due petardi e un fumogeno e quegli undici indegni di Marsala allenatore compreso come li vogliamo defìnire?

  11. avatar Principe blufoncè scrive:

    Quoto pienamente cavacos….

  12. avatar laRedazione scrive:

    Non glielo ha ordinato il medico di fare i chilometri al seguito della Cavese e di sicuro non possono arrogarsi il diritto di danneggiare la società a nome di tutta la tifoseria. Smettetela di scrivere stronzate. Anzi, continuate finchè saremo on line.

  13. avatar Principe blufoncè scrive:

    Comunque vorrei rispondere a Roberto… Ma se non ricordo male e se i fatti di cronaca riportati sul web erano giusti, non furono i tifosi del Taranto a mandare via Campitilello minacciandolo anche?

  14. avatar farfariello scrive:

    X redazione
    Se chi ha compiuto gli anta ten a cap p apart I recchie cosa pretendiamo dalla mentalita che usa. Lo stadiio come sfogatoio ?

  15. avatar milancavese scrive:

    Pienamente d accordo cn Giugian!

  16. avatar Taranto scrive:

    No caro tifoso non c’è stata nessuna minaccia è stato lui ad andar via

  17. avatar Saraiat scrive:

    Scusate Redazione, ma il Presidente è ancora in silenzio stampa, fino a quando?
    Ieri sera su LA7 si parlava di allevamenti di carne intensivi e intervistando un noto ristoratore e macellaio toscano di terza generazione, gli venne posta la domanda su come si facesse a riconoscere la genuinità e la bontà della carne che compriamo e mangiamo. La risposta fu, bisogna saper guardare negli occhi di chi teniamo di fronte e saper riconoscere che persona è…

  18. avatar asqw12 scrive:

    Solo poche cose. Sono abbastanza d’accordo con cavacos, salvo su due cose: la scelta di Papagni è stata giusta, secondo me, tanto che vincemmo quattro partite di fila, addirittura giocando bene a Reggio Calabria; sugli under bisogna essere più oculati, non è una lotteria. Se vuoi under di proprietà o te li vai a cercare con cura nelle serie inferiori (ce ne sono tantissimi) o ti accontenti di quello che trovi. E gli under fanno la differenza, essendo oltre un terzo della squadra.
    Infine ritengo che si debba dire una parola definitiva su un aspetto fondamentale: la Cavese è del proprietario pro-tempore e non dei tifosi; noi siamo proprietari solo della nostra passione, che non possiamo confondere con una cosa materiale come la proprietà della società.
    La Cavese società è Campitiello e lui decide. Noi siamo solo i custodi della nostra gloriosa storia che dobbiamo continuare a tramandare di padre in figlio come si è fatto dal 1919

  19. avatar Fabio scrive:

    Vendere la Cavese per guadagnarci? a chi? Se Campitiello decidesse di andarsene (spero con tutto me stesso di no), chi si prenderebbe la Cavese? è arrivato qui, ha pagato centinaia di migliaia di euro di vertenze arretrate, ha fatto una squadra che ha lottato per vincere il campionato (non ci capitava da 10 anni…in D sicuramente mai negli ultimi anni), avrà sicuramente sbagliato qualcosa…ma per questo sarebbe un poco di buono? Speriamo impari dagli errori per ripartire alla grande…
    Non conosco i fatti di Taranto, ma penso sia una situazione totalmente diversa…se Campitiello va via, l’anno prossimo si va a vedere la Prima Categoria!

  20. avatar basta! scrive:

    Siamo mediocri! Continuiamo pure a celebrare le trasferte di questi 4 stronzi che infangano il nome della città in lungo e largo. Ma quale supporto encomiabile. Non abbiamo il coraggio di trovare noi gli anticorpi e per prendere le distanze da questo manipolo di “piscitielli di cannuccia” che contamineranno il nostro futuro anche in caso di ripescaggio… A cosa servono? Per l’incasso? Per cortesia, non scherziamo. Un ultimo cenno lo merita la mediocre stampa locale che regala ai manigoldi il “giusto” proscenio con la NON NOTIZIA dei 4 calciatori avvistati all’Arechi. Continuate così! Bene, bravi, bis!!!

  21. avatar farfariello scrive:

    i capit buon Fabio- sono convinto che anche se la lasciasse senza debiti al Sindaco non la prenderebbe nessuno a meno che non voglia gestire questo guaio qualche sciagurato e, noi siamo esperti in queste avventure- se si sfastareia il Campi le trasferte le faremo col 4 o col vespino a Maiori a Montecorvino – preside’ ma chi ta fatt faaa

  22. “Tutti abbiamo imparato che da soli non si va da nessuna parte. Io ho imparato nel tempo che non si può essere presidenti di una squadra, perché quella resta in fondo sempre e solo della città. Sono loro la vera forza di questo club”.

    Oreste Vigorito, presidente del Benevento al termine della vittoria del campionato.

    Concordo con asqw12

  23. avatar robi scrive:

    Premetto che non vivo più a Cava da 40 anni ma in un Comune della provincia ma continuo ad andare allo stadio da sempre. Tralasciando l’aspetto tecnico/societario attuale di cui credo in questo momento sia effimero parlare, intendo soltanto esternare poche cose che, a mio parere, sono più importanti in previsione di un prossimo futuro:
    1) tutti più o meno ci siamo resi conto che una squadra di calcio quasi sempre rispecchia l’andamento socio-economico di un territorio ed a questo assioma, ainoi, non sfugge da anni Cava e la Cavese;
    2) Tutti ricordiamo quante partite si è vinto in casa e fuori casa nella nostra storia ( neanche tanto recente ) con mezzi più o meno leciti (cancellate che tremavano, paroline/gentilezze praticate negli spogliatoi, etc.);
    3) Tutti ricordiamo quando per una squadra ospite venire a giocare a Cava rappresentava una preoccupazione già il lunedì mattina precedente la partita, al di là dell’aspetto tecnico della gara.
    Ecco: tutto ciò lasciava chiaramente emergere che in un senso o nell’altro un intera comunictà remava dalla stessa parte. Allora mi rivolgo alle istituzioni cittadine così come ai tifosi di una certa età, presumendo che si conoscano quei poveri che si rendono protagonisti ( a loro parere fanno gli ultrà )allo stadio. Non ci sarà nessun futuro per la nostra amata Cavese se prima non sarà educata ( magari anche con la repressione ) quel poco di tifoseria che è ancora rimasta. Mi rivolgo ai giovani che frequentano la curva dicendogli/chiedendogli:
    1) Chi siete voi per distruggere ( e sono sicuro che ne siete consci ) la passione di una intera città per una maglia che da anni non fa più inorgoglire nessuno grazie prima a voi e poi i risultti sportivi;
    2) Chi vi dà il diritto di pensare che i c.d. ultrà debbano essere presi in considerione più di un tifoso normale e tranquillo;
    3) dove sta scritto che solo perchè percorrete centiniaa di chilometri vi si debba portere rispetto e considerazioe. Voi non rappresentate nulla e nessuno ma solo voi stessi e la vostra evidente frustrazione. Se veramente avete le p….le confrontatevi con altri tifosi come voi e non lanciando petardi o fumogeni DA SOLI e ben protetti. Prima o poi capiterà qualcosa di grave e non soltanto semplici diffide e quel giorno sarà troppo tardi x pentirsi o x rammaricarsi. Giro spesso la Campania e fuori x lavoro e, parlando di calcio, vi sssicuro che si parla spesso della Cavese di una volta e giammai di voi che cercate ad ogni costo di mettervi in evidenza, Fin quando non porterete rispetto agli altri tifosi della cavese non avrete mai risalto ma solo commiserazione per la vostra infame codardia.
    Questo mi premeva dire a prescindere se la Cavese continuerà ad esistere o meno. Grazie e scusatemi per lo sfogo.




ATTENZIONE: abbiamo attivato la moderazione a tutti i commenti. Non è necessario postare più volte lo stesso commento. Ciò che hai scritto dovrà sempre e comunque essere autorizzato da un componente de laRedazione. Grazie per la collaborazione e buona lettura.

ULTIME NOTIZIE

FINE DELLE TRASMISSIONI thumbnail

FINE DELLE TRASMISSIONI

Finisce il campionato. Ed anche la nostra presenza mediatica al fianco degli Aquilotti...
Cavese 2 – Frattese 0 thumbnail

Cavese 2 – Frattese 0

Domenica 15 maggio, al via i play-off contro il Reggio Calabria.
Vibonese-Cavese 1-1 thumbnail

Vibonese-Cavese 1-1

La Cavese rimedia un pari in extremis grazie ad una palla inattiva sfruttata
Cavese-Città di Siracusa 1-1 thumbnail

Cavese-Città di Siracusa 1-1

La Cavese non va oltre il pari contro il
6 E SARAI. PER SEMPRE. thumbnail

6 E SARAI. PER SEMPRE.

Una serata semplicemente straordinaria, nel ricordo di Catello Mari.
PAPAGNI SI DIMETTE. LA SQUADRA DI NUOVO AL TECNICO LONGO thumbnail

PAPAGNI SI DIMETTE. LA SQUADRA DI NUOVO AL TECNICO LONGO

La decisione è stata appena ufficializzata dalla società -

meteo a cava

Commenti Recenti

© 2008_2015 - Testata giornalistica Autorizzazione Tribunale SA n.15 del 24/09/2008 - Iscrizione R.O.C. n.20234 del 25/10/2010 - Editore: l'Albero s.a.s.